Gli Ultimi Articoli

La tua fede ti ha salvato!

No comments

 

«Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!» (Lc 17,19)

Oggi 11 febbraio in memoria della Beata Vergine di Lourdes, si celebra la Giornata Mondiale del Malato, indetta dal Beato Giovanni Paolo II° nel 1992, ed anche il Santo Padre ha voluto rinnovare la sua spirituale vicinanza a tutti i malati che si trovano nei luoghi di cura o sono accuditi nelle famiglie, esprimendo a ciascuno la sollecitudine e l’affetto di tutta la Chiesa. Nell’accoglienza generosa e amorevole di ogni vita umana, soprattutto di quella debole e malata, il cristiano esprime un aspetto importante della propria testimonianza evangelica, sull’esempio di Cristo, che si è chinato sulle sofferenze materiali e spirituali dell’uomo per guarirle.

 

Dalla bacheca in FB di Padre Alberto Maggi:

“Questa mattina in Ancona ho partecipato alla Giornata mondiale del malato organizzata dagli Ospedali Riuniti. Mi hanno invitato a parlare del mio libro che a quanto pare era già molto conosciuto e abbondantemente citato dagli oratori che mi hanno preceduto. E’ straordinaria la fantasia del Padreterno: da un breve periodo di sofferenza ha fatto fiorire tanto bene per tanti.”

Nell’aprile 2012 Alberto Maggi, il frate innamorato della libertà, viene trasportato d’urgenza all’ospedale di Ancona dove trascorrerà tre lunghi mesi fra esami, cartelle cliniche e pericolose operazioni chirurgiche: a sorreggerlo costantemente in questo percorso nuovo ci sono la sua straordinaria voglia di vivere e la sua fede allegra e contagiosa. In Chi non muore si rivede Maggi racconta il suo rapporto con i medici e gli infermieri del reparto in cui è ospitato, il confronto difficile con la malattia, il dialogo online con i fedeli, il lieto fine della salute ritrovata. Protagonista del libro è l’amore per la verità sempre fortificato da una fede fatta di Spirito e sentimento che l’autore riesce a comunicare in ogni gesto e frase. Grazie alla sua grande capacità di attingere senza mediazioni al Vangelo e al senso ultimo dell’esperienza umana, Alberto Maggi in queste pagine conferisce un valore universale alla sua avventura e riesce a dare ai suoi lettori la forza di affrontare la vita, soprattutto nei momenti più duri, con un sorriso carico di speranza. Perché è nella debolezza e nelle difficoltà che si possono ritrovare le forze per ricominciare.

Anche a Casa Madre Teresa si è avuta la celebrazione del Sacramento dell’Unzione degli infermi  durante la Santa Messa prefestiva. Ormai i poveri ospiti, non comprendono la circostanza ed assistono nelle carrozzine con le Suore e gli Operatori con i loro parenti.… un pellegrinaggio di fede e di amore.

Coraggio, fratello!

Servo di Dio Tonino Bello

 Coraggio, fratello che soffri.

C’è anche per te

una deposizione dalla croce.

C’è anche per te una pietà sovrumana.

Ecco già una mano forata

che schioda…

 

Commenti

Commenti di facebook

Edda CattaniLa tua fede ti ha salvato!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *